.
Annunci online

VicenzaPopolare
post pubblicato in A pensarci bene, il 11 gennaio 2010


 
Terre Rosse e nuove resistenze

http://vicenzapopolare.blogspot.com/2010/01/terre-rosse-e-nuove-resistenze.html


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica vita mia vicenzapopolare

permalink | inviato da ivano il 11/1/2010 alle 14:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Passa il 2009... Svuotamento!
post pubblicato in Società, il 29 dicembre 2009


(avvertenza: molto lungo ma ho tagliato...) 



Sta per finire l'anno ed è ora di tirare le somme. Arduo se non impossibile. S’invecchia e la memoria è corta. Proviamo a dire qualcosa.

Nel mondo non sono finite le guerre e le dittature. Non tutti sono in pace tra di loro. Si continua a morire di fame, il clima sembra essere impazzito (o così vogliono farci credere) e le conferenze contribuiscono a farlo impazzire. La nota casa dolciaria ha perso la speranza di salvare gli orsi dallo scioglimento dei ghiacci. La pena di morte continua a fare i suoi sei/sette mila morti annui (quelli ufficiali). L’influenza di turno ha canalizzato paure e attenzioni spropositate (almeno pare). Il petrolio oscilla su e giù… l’oro ai massimi, le banche stringono le borse, sempre più poveri e sempre meno ricchi ma più ricchi!

In Italia da settimane si parla, parla… si litiga su ciò che è successo al Cavaliere Silvio Berlusconi, ora è caduto anche Benedetto XVI sia mai prima di “Papi” anche se nella classifica degli uomini potenti lo precede di una posizione (10 e 11 posto rispettivamente). Sono anche loro uomini e cittadini come tutti noi che ogni giorno rischiamo la vita sul lavoro, sulle strade, sotto la pioggia che fa franare colline, fiumi che rompono gli argini, sopra la terra che trema, in una stazione in cui un treno di vagoni di gas causa una vampata da 32 morti. L’incolumità del premier e del Papa sono da perseguire e ogni violenza è deprecabile. C’è tensione, c’è paura, ci sono squilibrati che un tempo erano purtroppo rinchiusi ma almeno non nuocevano.

C’è da rilevare anche un crescente disagio sociale, viene meno la libertà di dissentire. Ma gli italiani non sembrano essere disposti ad ingoiare tutto ancora una volta, accettare la situazione in cui stiamo finendo. Sembra si voglia mettere un bavaglio (che fa rima con Travaglio), qualcuno vuole bendarci gli occhi per non farci vedere. Ma non vi rendete conto che va sempre peggio? L’uscita dalla crisi non è una cavalcata trionfale ma un lungo travaglio… E noi a turarci il naso ogni volta che andiamo alle urne. Chiudiamo le orecchie per ciò che sentiamo: “2010 anno delle riforme”. Quali? Da parte di chi? Verso dove? Un’Italia migliore. Se se! Ci manca solo che ci chiudano la bocca, sarebbe meglio, perché di rospi amari ne abbiamo già ingoiati, dunque bocca chiusa, o come si diceva una volta acqua in bocca. Si l’acqua, quella che beviamo dai rubinetti, avete presente? La si vuole privatizzare e occhio perché dopo resta solo l’aria. All’aria, già inquinata che respiriamo ci stanno pensando. Non privatizzabile, pena la morte di chi non la potrà comprare. Dunque, per l’aria sono previste le centrali nucleari; e giù con le scorie. Ma servono le centrali nucleari? In Veneto serve? Nel frattempo, per primi tra dieci circa progettati e in via di realizzazione mi pare, abbiamo fatto e inaugurato un bel rigassificatore… Bravo Galan. Peccato che ti han fatto le scarpe. E l’Italia degli inceneritori? Che mi dite di Napoli, Palermo sommerse dai rifiuti? Occhio (e naso, la mondezza puzza) perché Roma si è salvata in quanto il Governo ha sganciato un contributo sostanzioso per ripianare i buchi. Intanto le discariche abusive le abbiamo sotto casa, incivili che non siamo altro… Per non parlare poi dell’Irpef… cari sindaci vi han svuotato le tasche. L’Italia che manda ottocento soldati a spalare la neve tanto l’esercito e le gazzelle non possono uscire in quanto le gomme dei mezzi sono quelle inadatte e se ci sono manca il gasolio… che Italia! L’Italia del lodo Alfano… bocciato. Mai una bocciatura ha suscitato tanto clamore. Dai Angelino, che ce la fai, altrimenti dove vai? Lodo bis! E l’Italia del segretario eletto dagli elettori… ma questa è una bella notizia. Forza Bersani!

L’anno che si chiude con il dilemma Cassano si, Cassano no in Nazionale… e si apre con il Cassano si, Cassano no… Cambia niente, tanto deciderà Lippi! Dicono Cassano convoli a nozze proprio durante i campionati sudafricani e allora si andrà senza Cassano. E ci mancherebbe, Campioni del mondo lo siamo! Bravi. Ma in casa nostra mica tanto campioni. L’Italia dei sondaggi. Dei numeri. L’Italia della crisi da cui continuano a dirci che siamo usciti fuori per primi e meglio. L’Italia del PIL. L’Italia unita nella forza del volontariato che è sempre più scoraggiato. L’Italia degli scandali: veline, escort, trans, mafia si…mafia no. L’Italia che sale sui tetti delle fabbriche e grida allo scandalo di essere stati venduti per “trenta denari” al liquidatore di turno scambiato per benefattore… Non c’è lavoro? Ci tolgono la dignità di operose persone. L’Italia dello scudo fiscale. Bene, ne sono ritornati di soldini e allora ecco la proroga… Far emergere e rinascondere… l’evasione fiscale, uno dei giochi preferiti dagli italiani… si salvi chi può. Siamo tutti un po’ evasori, chi il Canone Rai (ingiusto), chi declina la fatturazione, chi più chi meno, chi tanto, tantissimo, troppo. Chi nasconde i quadri d’autore in cantina e ha mandato sul lastrico migliaia di investitori. Il rischio! E c’è chi vuole sperare di vincere il lotto, chi si mangia la tredicesima nel gioco. L’Italia del win for life… Torniamo seri. L’Italia dei ritardi e dei difficili rimborsi. L’Italia delle code estive, delle code invernali. L’Italia dei tornelli, della tessera del tifoso. L’Italia dei farabutti, ma per quelli ci sono i processi. I processi lenti che si vogliono sveltire facendoli saltare, ops… prescrivere.

L’Italia da unire con un ponte (si cara Lega). Fatta l’Italia, bisogna unire gli italiani, possibilmente separandoli da tunisini, marocchini, nigeriani, nomadi tutti da respingere. E i rumeni? No ora quelli sono comunitari (purtroppo, dice qualcuno). Ma su dai ci son sempre i turchi da fermare. L’Italia del ponte dicevo, unire, mettere in comunicazione… dopo quello sullo stretto di Messina prepariamoci a quello con la Sardegna… Nulla è impossibile a Silvio. Ma se tra Lombardia ed Emilia son mesi che aspettano un ponticello sul Po’, Bah! Glielo fate si o no? E il ponte sull’Astico per noi vicentini per andare a Pedescala, venti metri, mesi di ritardi, pensate ai poveri cittadini che fanno un giro enorme per andare ad Arsiero o dove han bisogno.

In Italia, ci sono state tante battaglie e tante liti dovute ad un malessere generale ed è tornato di moda quell’ “abbassare i toni”, condito dalla possibilità di prendere un Valium con cui l’on.Fini vorrebbe calmare Feltri. Oh Calderoli che offri l’antigelo, quasi fossi il quarto re magio, per mantenere un clima caldo di dialogo e confronto. Ma un po’ di Valium potrebbero prenderlo a destra, a sinistra, al centro, magari Napolitano in vista del discorso di fine anno… Staremo a sentire. L’antigelo lo diamo ai nostri aereoporti che si sono ritrovati sprovvisti. Profezia. Vedrete che quest’anno mancherà pure il sale da spargere sulle strade. Ve lo dico io, siamo rimasti senza carta per fare una misera fotocopia a scuola e udite udite: “finiti i fondi”. Bene e allora giù a dettare che non fa male. Fa male? Allora vai con i gessetti… ma vuoi vedere che finiscono anche quelli.

Io ho la netta sensazione che chi ci rappresenta pensa solo a rimanere più a lungo al potere per fare i propri personali interessi.

Oh! Forse qualcosa mi è sfuggito… non posso ricordare tutto, un po’ come nella confessione di Natale: “padre, mi assolva da ciò che non vedo o non ricordo”.

Una cosa ancora la dico: ho la sensazione che non c'è nessuno che cerca di pensare alle persone che compongono questo stato.

Oh, sia ben chiaro. Ci sono tante cose che vanno bene. Magari adesso non le ricordiamo.

Cosa augurare all’Italia! Speriamo che sia un 2010 migliore.

Ma si dai. Notti magiche, inseguendo un goal, il cielo sopra Berlino è azzurro… ma si dai. Forza Italia (ora si può dire liberamente) vinci il mondiale sudafricano.

Saluti e auguri a tutti di buon anno!

lo trovate anche qui

http://vicenzapopolare.blogspot.com/2009/12/viva-litalia-nonostante-tutto.html


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica vita mia vicenzapopolare

permalink | inviato da ivano il 29/12/2009 alle 22:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
VicenzaPopolare
post pubblicato in Diario, il 23 dicembre 2009


Segnalo, faccio conoscere e consiglio a tutti i vicentini, e non solo,
 la visita di questo blog. 

http://vicenzapopolare.blogspot.com

Visitatelo e troverete contenuti assai interessanti:
Arte, musica, spettacolo, teatro, recensioni, politica, sport,
sensibilizzazione a problematiche sociali, cultura vicentina, italiana e non solo, iniziative umanitarie ed altro ancora.
sotto la saggia guida di Emanuele Bellato potrete trovare
contributi di bravissimi collaboratori di cui anch'io son parte.
Potete ritrovare alcuni miei articoli comparsi in questo blog
e alcuni pubblicati solo in esso.
Visitatelo.

Segnalo il mio ultimo contributo:
http://vicenzapopolare.blogspot.com/2009/12/restiamo-umani.html


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Vicenzapopolare

permalink | inviato da ivano il 23/12/2009 alle 21:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Sfoglia dicembre        febbraio
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv